Front Page

L'acqua nel rispetto dell'ambiente

L’impatto ambientale, in ogni fase del ciclo dell’acqua dal rubinetto di casa o dall’erogatore della casetta dell’acqua è assolutamente ridotto.

Non ha bisogno di imballaggi e si evita l’uso del petrolio per fabbricare le bottiglie di plastica.

L’acqua poi arriva direttamente nelle nostre case senza percorrere un metro su strada, è quindi a “chilometri zero”, risparmiando all’ambiente le emissioni di inquinanti prodotte ad esempio dal trasporto dell’acqua in bottiglia per diverse centinaia di km percorsi quotidianamente dai Tir, evitando il consumo di combustibili fossili, l’emissione di CO2 e di polveri sottili.

Solo un terzo delle bottiglie di plastica utilizzate per l’acqua minerale viene raccolto in modo differenziato e destinato al riciclaggio, mentre i restanti due terzi finiscono in discarica o in un inceneritore.
La fase del trasporto dell’acqua minerale infine influisce non poco sulla qualità dell’aria: solo il 18% del totale di bottiglie in commercio viaggia sui treni, tutto il resto viene movimentato su strada.
L’acqua gassata che avete a disposizione ogni giorno presso la casetta dell’acqua ha un costo di 0,60 euro per 6 bottiglie da 1,5 lt, ossia ¼ del costo medio dell’acqua confezionata.
Miliardi di litri di acqua imbottigliata
Tonnellate di polietilene tereftalato (PET)
Tonnellate di CO2 equivalente

Il lungo viaggio delle acque minerali

Il commercio e il trasporto di acqua minerale confezionata, è un altro aspetto importante nella valutazione dei carichi ambientali.

L'impatto del trasporto dipende da diversi fattori come il tipo di mezzo utilizzato e la distanza percorsa dal produttore al consumatore, passando per il sistema distributivo.

Il trasporto di acqua in bottiglia in Italia avviene unicamente attraverso TIR.

Annualmente vengono impiegati 480.000 TIR che messi uno dietro l'altro formano una fila lunga circa 8.000 Km, come da Roma a Mosca e ritorno.

Qualità

L’acqua del rubinetto o quella proveniente dall’erogatore della casetta dell’acqua, ovvero l'acqua pubblica, è uno dei settori più vigilati, monitorati e controllati.

Difatti l’acqua del rubinetto è sottoposta al controllo quotidiano del gestore e ai controlli periodici dell’ASL e dell'ARPA.

L’acqua erogata dalla casetta, microfiltrata e sterilizzata nel tratto finale del suo percorso a monte dell’ugello di erogazione, è ulteriormente controllata con esami batteriologici e chimico fisici periodici che ne controllano la qualità dal punto di vista appunto batteriologico, del contenuto di soluto o residuo fisso e degli aspetti organolettici o del gusto.

Ambiente

Utilizzare l’acqua del rubinetto aiuta l’ambiente perché riduce l’utilizzo di bottiglie di plastica la cui produzione, il trasporto ed il difficile smaltimento sono importanti fattori di inquinamento.

I consumi di gasolio dei camion che trasportano le bottiglie di plastica vuote dalla fabbrica che le produce all’azienda che imbottiglia l’acqua e dei camion della nettezza urbana che le trasportano dai cassonetti agli impianti di smaltimento.

Un autotreno, come quelli che attraversano la penisola trasportando l’80% dell’acqua imbottigliata commercializzata nel nostro paese, immette nell’ambiente circa 1.300 kg di CO2 ogni 1.000 km.

Risparmio

Calcolando un prezzo medio di 2,40 euro per una confezione di 6 bottiglie da 1,5 litri ed ipotizzando che ne acquistiate due alla settimana, alla fine dell’anno avrete speso circa 250 euro per portarvi faticosamente a casa circa 936 litri d’acqua.

L’acqua gassata che avete a disposizione ogni giorno presso la casetta dell’acqua ha un costo di 0,60 euro per 6 bottiglie da 1,5 lt, ossia ¼ del costo medio dell’acqua confezionata….

La gallery delle casette

Contattaci

e ti risponderemo prima possibile